Il governo tedesco ritiene che l’imposizione di nuove sanzioni contro la Russia renda difficile il raggiungimento della pace in Siria.

Il ministro degli Esteri della Germania, Frank-Walter Steinmeier, in un’intervista con l’emittente tedesca ARD, ha considerato controproducente l’imposizione di ulteriori sanzioni alla Russia, perché, a suo avviso, una misura del genere aumenterebbe le tensioni tra l’Occidente e Mosca, e di conseguenza, ostacolarebbe la cooperazione con la Federazione russa per trovare una soluzione politica alla crisi in Siria.

Inoltre, Steinmeier ha ricordato che adottando nuove sanzioni contro la Russia – contrariamente a quello che alcuni i funzionari occidentali sostengono – non aiutarebbe a risolvere la situazione in Siria, né ad Aleppo, in particolare, città dove terroristi stanno tenendo in ostaggio la popolazione e impediscono la loro partenza dalla città.

“Per quanto riguarda la catastrofe umanitaria in Siria, le sanzioni non saranno e non in grado di creare un corridoio umanitario, al contrario, possono bloccare i negoziati di cui abbiamo tanto bisogno”, ha aggiunto.

Steinmeier ha anche sottolineato la necessità di adottare ulteriori misure a beneficio della popolazione civile in Siria, per esempio, creare corridoi umanitari e realizzare la cessazione delle ostilità al fine di alleviare le sofferenze dei civili e di facilitare i negoziati tra le parti coinvolte.

Fonte: ARD
NON PERDERE I NOSTRI ARTICOLI. METTI UN LIKE