Mosul, l’esercito iracheno riconquista 56 pozzi di petrolio

0
2

Nella città assediata di Mosul, l’esercito iracheno e le milizie sciite di al-Hashd al-Shaabi hanno riconquistato 56 pozzi di petrolio e una fabbrica di zolfo controllate dai terroristi dell’Isis, nei pressi di Kiara.

Nella giornata di lunedì, il primo ministro iracheno Haider Abadi aveva annunciato l’inizio delle operazioni militari per riprendere il controllo della città assediata dall’Isis. Nel corso delle operazioni militari sono rimasti uccisi almeno 31 terroristi.

Mosul, la seconda città più grande dell’Iraq, è la principale roccaforte dell’Isis. La città è stata occupata dal gruppo terroristico nel 2014 insieme a diverse altre città settentrionali e occidentali.