di Anais Perez – minci.gob.ve
Oltre 3 milioni di venezuelani sono scesi in piazza per affermare che il popolo è consapevole e disposto a difendere le conquiste rivoluzionarie, ha sottolineato il presidente Nicolás Maduro insieme al popolo, in difesa della Patria e l’Alto Comandao Politico della Rivoluzione.Presso l’avenida Bolivar di Caracas, traboccante di popolo in difesa della Patria, il Presidente ha elogiato la forza della gioventù dei ‘barrios’, licei e università, così come quella della donna combattiva e rivoluzionaria.

Sono state «immense le mobilitazioni provenienti da tutti i quartieri, da tutta Caracas… un immenso tappeto umano di motorizzati», ha segnato il Presidente: «Impressionante! Se ha mai avuto un senso dire Gloria al Bravo Pueblo, questo è oggi 19 aprile 2017. Abbiamo nuovamente trionfato».

Di fronte a questa notevole dimostrazione di amore del popolo, il capo dello Stato ha detto alla destra apolide: «Oggi il popolo si è schierato con Maduro e siamo qui a comandare insieme al popolo. Se vi chiedono di Maduro, del popolo, rispondete che sono qui nelle strade vivendo in Rivoluzione».

Ha inoltre dichiarato che questo appoggio incondizionato, pieno di appoggio e forza, la Rivoluzione ha innescato un controgolpe al colpo di Stato, che «stiamo sconfiggendo. Nessuno abbassi la guardia, se il popolo è sceso in piazza deve continuare a difendere il suo spazio».

«Viva Chávez, Bolívar, viva il 19 aprile 1810, viva il popolo! Una gigantesca lezione di coscienza, di spirito patriottico e di morale rivoluzionaria, è quella che ha dato il popolo venezuelano che si è riversato in strada come una grande marea tricolore, dei quartieri, i complessi residenziali, le strade, percorrendo il cammino di Cristo Redentore. Il popolo di Cristo, Dio, dei Libertadores!» ha affermato il Presidente.

(Traduzione dallo spagnolo per l’AntiDiplomatico di Fabrizio Verde)