“La coalizione sostiene solo quelle forze impegnate a combattere l’ISIS”, ha dichiarato alla CNN il portavoce della coalizione anti ISIS guidata dagli USA, Ryan Dillon.

Un gruppo sostenuto dagli Stati Uniti che si definisce “Shohada Al Quartyan” si è opposto alla restrizione, optando per lasciare la base per svolgere operazioni indipendenti contro le truppe del siriani, hanno poi aggiunto alcuni funzionari statunitensi alla CNN. I funzionari hanno spiegato che altri alleati locali rimangono nella guarnigione e continuano a cooperare con i consulenti della Coalizione.

“La Shohada Al Quartyan ha fatto sapere che potrebbero voler perseguire altri obiettivi: la coalizione sta chiarendo alla leadership di Shohada Al Quartyan che se sceglie di perseguire altri obiettivi, la coalizione non supporterà più le loro operazioni”, ha precisato Dillon.

il Pentagono ha notato che le tensioni tra la coalizione e le forze del governo siriano sono diminuite nelle ultime settimane e gli Stati Uniti e la Coalizione hanno sollecitato tutte le parti a concentrarsi sulla lotta contro l’ISIS. “Non è più nostro affare combattere il regime”, ha detto un funzionario della coalizione alla CNN.
“Non si possono avere altri obiettivi e dobbiamo essere singolarmente concentrati sulla lotta contro l’ISIS.”

via L’Antidiplomatico

loading...