Mercoledì scorso, prima del primo incontro tra Donald Trump e Vladimir Putin, il segretario di Stato, Rex Tillerson, ha affermato che gli Stati Uniti sono disposti a esplorare “meccanismi comuni” con la Russia per portare stabilità in Siria.

Dopo una vertiginosa serie di cambiamenti di politica sulla Siria, fonti dell’amministrazione e del Congresso hanno riferito al portale di informazione ‘The Daily Beast’ che Trump ha progettato una nuova strategia per la Siria che consisterebbe nei seguenti punti:

• Accettare la permanenza del presidente Bashar al-Assad al potere.
• Essere favorevole all’idea di “zone demilitarizzate” proposte da parte della Russia e dai suoi alleati.
• Fidarsi delle cooperazione con Mosca, compreso l’uso di truppe russe per pattugliare le aree del paese.

Questi sono i dettagli della nuova strategia, secondo alcuni osservatori. I consiglieri di Trump da Jared Kushner all’ex consigliere per la Sicurezza Nazionale Michael Flynn, avrebbero sostenuto una stretta collaborazione con la Russia sulla Siria già da mesi.

Lo ripetiamo fino alla noia, la Storia degli Stati uniti d’America con i morti e le distruzioni disseminate in tutto il mondo, provengono proprio dalla menzogna e dal non mantenere la parola data. Dell’amministrazione Trump, con buona pace di chi è più ‘trumpista di Trump, non c’è proprio da fidarsi.

http://www.lantidiplomatico.it/dettnews-the_daily_beast_la_nuova_strategia_di_trump_per_la_siria/82_20791/

loading...