Il presidente degli USA, Donald Trump, potrebbe avere una sola strada obbligata per salvare la sua Presidenza: scatenare una guerra con la Corea del Nord.
Il portale di informazione “Russia Insider” ha analizzato lo scorso mercoledì le sfide che il magnate statunitense sta affrontando con riferimento alle inchieste giudiziarie che sta dirigendo il giudice dell’alta Corte di Giustizia, Robert Mueller, circa la presunta ingerenza russa nelle elezioni presidenziali che Trump aveva vinto lo scorso Novembre 2016.

Ricordando le critiche che Trump aveva fatto alla politica estera dei suoi predecessori alla Casa Bianca nel corso della sua campagna presidenziale, il media russo indica che l’inquilino della White House ha già compreso che, quando un presidente degli Stati Uniti ordina di bombardare un presunto nemico, la sua posizione nella Presidenza tende a fortificarsi.

Trump ha imparato questo principio, argomenta Russia Insider, dopo aver fatto bombardare la Siria con il pretesto di un presunto attacco chimico dell’Esercito siriano ed aveva constatato come questa azione gli aveva procurato il favore di alcuni dei suoi più ostinati detrattori, come il giornalista Farid Zakaria, il quale, dopo l’attacco, aveva dichiarato: ” Donald Trump si è trasformato nel nostro presidente ieri sera”. Vedi: Youtube.com/Watch
L’operazione era stata realizzata nonostante che il presidente della Siria, Bashar al-Assad, non aveva fatto alcuna minaccia nè contro il popolo nè contro il Governo degli Stati Uniti.

Trump sul piede di guerra

Quanto alla questione della Corea del Nord, l’analisi segnala che, per quanto questo paese non abbia attaccato gli USA ed abbia soltanto minacciato un possibile attacco come misura difensiva di fronte alle minacce di Washington, sembra certo che Donald Trump stia pensando ad un attacco preventivo contro Pyongyang.

Si possono immaginare le lodi che ricevrà Trump dalla stampa dominante e dal sistema mediatico se realmente scatenerà “un fuoco ed una furia mai vista nel mondo” contro una nazione che è stata rinchiusa in una Guerra fredda con gli USA dal decennio del 1950? “Qualcuno può credere che ci sarà un qualche esponente democratico o repubblicano che si senta realmente preoccupato contro un presidente che avrà salvato la Costa Occidentale degli States da un possibile missile nucleare nordcoreano? Credono forse che il popolo statunitense si indignerà per l’enorme numero di morti o per le ramificazioni geopolitiche della guerra nella penisola di Corea per le relazioni con la Cina e la Russia?”, questiona l’articolo di Russia Insider.

Missile balistico della nord Corea

Alla fine, l’analista esprime la sua speranza che non si vada a sacrificare la vita di milioni di persone per il bene dei numeri delle inchieste su Trump e per il suo posto nella Storia.

Fonti: Hispan Tv

Russia Insider

Traduzione e sintesi: Luciano Lago – Controinformazione

loading...