Assange: in Catalogna è iniziata la prima guerra mondiale di internet

0
0

Il fondatore del sito WikiLeaks, Julian Assange, ha definito il referendum per l’indipendenza della Catalogna la prima guerra mondiale di internet sul suo microblog di Twitter.

Assange ha detto che i cittadini e il governo provinciale utilizzano internet per l’organizzazione del referendum e l’intelligence spagnola compie attacchi informatici, congela le reti di telecomunicazione, occupa gli edifici per le comunicazioni, censura centinaia di siti web e protocolli internet.

Secondo il fondatore di WikiLeaks, ciò che sta accadendo in Catalogna è il più grande conflitto tra popolo e Stato in Occidente dopo la caduta del muro di Berlino.

“Invito tutti i nostri sostenitori, ovunque, anche tra i professionisti, ad aiutare a smascherare e battere la guardia Civil e l’intelligence nazionale del centro, che censurano illegalmente la stampa, elettori e governo della Catalogna” ha concluso Assange.

Le autorità della Catalogna hanno intenzione di condurre il referendum per l’indipendenza il 1 ° ottobre, ma esso non è riconosciuto da Madrid. La Corte Costituzionale spagnola ha sospeso tutti i documenti per la procedura di voto adottate dal Parlamento catalano, definendo le sue azioni illegali.

via Sputnik