La Russia ha confermato che i terroristi hanno assassinato il pilota di un caccia russo abbattuto in Siria sulla zona di Idlib (nord della Siria).
Secondo le prime ricostruzioni, il caccia russo Su-25 sarebbe stato abbattuto da un lanciarazzi portatile, segnala il ministero della Difesa russo.
Secondo il dicastero militare russo, il pilota è riuscito ad espellersi dall’aereo dopo essere stato colpito, ma è atterrato in una zona controllata dai terroristi di Al-Nusra. Il pilota è stato ucciso sostenendo un combatimento con i terroristi di Al Nusra, come ha comunicato il Ministero russo.

Poche ore dopo le forze russe hanno effettuato un attacco di rappresaglia contro le formazioni di Al Nusra, le stesse che avevano abbattuto l’aereo ed hanno utilizzato armi di precisione.
Nell’attacco sono stati eliminati circa 30 terroristi e distrutte le loro postazioni, secondo il comunicato fornito dal Ministero.

Le formazioni del gruppo di Al Nusra sono quelle direttamente sostenute da USA ed Arabia Saudita in Siria e i servizi di intelligence russi erano al corrente che i terroristi erano stati riforniti di armi sofisticate dagli USA fra cui lanciamissili antiaerei portatili.

Fonti:   Sputnik Mundo

——–RT Actualidad

Traduzione e sintesi: L.Lago

via Controinformazione