TEHERAN (FNA) – Il presidente del parlamento iraniano Ali Larijani ha accusato l’avventurismo statunitense per la diffusione del terrorismo nella regione.
“In passato abbiamo assistito a scontri terroristici in Iraq, Siria e Afghanistan e una delle cause principali è stata l’intervento e l’aggressione militare statunitense in quei paesi”, ha detto Larijani in un incontro con il presidente dell’Assemblea nazionale della Repubblica del Vietnam Nguyen Thi Kim Ngan ad Hanoi lunedì.

“L’esperienza dimostra che ovunque gli Stati Uniti sono intervenuti militarmente, i gruppi terroristici hanno avviato un’azione lì immediatamente dopo, e gli americani hanno praticamente svolto un ruolo di istigatori nella creazione e nella diffusione del terrorismo”, ha aggiunto.

Larijani ha affermato che i recenti attacchi statunitensi alla Siria hanno rivelato che Washington è contraria all’instaurazione della stabilità e della pace  nel paese e ha aggiunto: “Gli occidentali usano la politica del  caos nella regione per destabilizzare e vendere le loro armi ma noi siamo determinati a rendere sicure le condizioni regionali”.

Nei discorsi pronunciati durante la visita, il segretario del Consiglio supremo per la sicurezza nazionale (SNSC) dell’Iran Ali Shamkhani ha messo in guardia contro le pericolose politiche statunitensi contro la pace globale, aggiungendo che Washington sta rianimando i gruppi terroristici nel Medio Oriente e nel Nord Africa.

“La strategia di sicurezza nazionale degli Stati Uniti e la dottrina nucleare nella nuova era rappresentano una seria minaccia alla pace globale e violano la Carta delle Nazioni Unite e tutte le misure deterrenti sono necessarie per prevenire questa follia”, ha detto Larijani in un successivo incontro con il ministro degli esteri olandese Sigrid Kaag a Teheran.

Terroristi ISIS in Afghanistan

L’esponente iraniano ha sottolineato che il gruppo terroristico dell’ISIS è stato annientato nell’Asia occidentale attraverso un’intensa cooperazione e coordinamento tra Iran, Siria, Iraq e Russia, e ha dichiarato: “Numerose prove indicano gli implacabili tentativi statunitensi di far rivivere i gruppi terroristici armati nella regione e in Nord Africa il che dimostra che il paese non attribuisce alcuna importanza alla sicurezza globale “.

Da molto tempo si è capito che gli USA utilizzano il terrorismo takfiri per destabilizzare i paesi del Medio Oriente e del Nord Africa e per ottenere il cambio di regime dove loro ritengono questo conveniente per i loro interessi. Non è un mistero che la continua propagazione del terrorismo islamista è strettamente relazionata con le strategie di Washington.

Fonte: Fars News

via: https://www.controinformazione.info/ali-larijani-la-causa-principale-del-terrorismo-e-l-intervento-degli-stati-uniti/