Di Leith Aboufadel

BEIRUT, LIBANO (11:00) – Il Corpo delle Guardie Rivoluzionaria Islamica dell’Iran (IRGC) hanno lanciato sei missili balistici da un’area vicino a Kermanshah, bersagliando i miliziani dell’ISIS nella regione ad est del fiume Eufrate in Siria, lunedì mattina, notizia ripresa dalla TV iraniana di stato che ha mostrato le immagini del lancio.

Secondo l’ufficio di pubbliche relazioni dell’IRGC , il bombardamento missilistico avrebbe ucciso diversi dei leader del gruppo terrorista dell’ISIS fra i quali vari partecipanti all’attacco mortale effettuato in Iran, ad Ahvaz il 22 settembre che aveva ucciso 25 persone, tra cui diversi veterani e bambini disabili.

I missili balistici avrebbero preso di mira Abu Kamal, una città sul fiume Eufrate nel Governatorato di Deir ez-Zor della Siria orientale, vicino al confine con l’Iraq ed è stata seguita da un raid aereo effettuato da sette UAV (Veicoli senza pilota).

I missili sono stati lanciati con una operazione denominata  di “Muharram strike” e hanno percorso una distanza segnalata di 570 chilometri (355 miglia) prima di raggiungere i loro obiettivi.

Il missili iraniani oltre a colpire l’ISIS rappresentano un messaggio inviato a Israele, agli Stati Uniti, ed all’Arabia Saudita, gli Stati che stanno sobillando gruppi armati all’interno dell’Iran per portare caos e terrorismo all’interno del paese persiano.

L’Iran ha accusato gli Stati Uniti, Israele, l’Arabia Saudita e gli Emirati Arabi Uniti (EAU) di aver svolto un ruolo nell’attacco terroristico di Ahvaz nel sud dell’Iran. Sono questi paesi considerati i mandanti delle attività di sobillazione ed attacchi terroristici da effettuare all’interno del paese, come le stesse autorità di questi paesi hanno rivendicato.

Ultimamente tutti e quattro i suddetti paesi hanno negato di aver avuto un ruolo nell’attacco terroristico compiuto dallo Stato islamico (ISIS /Daesh) nella città sud-occidentale di Ahvaz.

Sono in pochi tuttavia a credere che questi attacchi all’interno dell’Iran non siano pilotati dalle centrali USA-Saudite.

Fonte: AL Masdar News

Traduzione: Luciano Lago

via Controinformazione