La Cina è la più difficile e tenace minaccia al controspionaggio americano. Lo ha detto oggi il direttore dell’FBI Christopher Ray in un’audizione al senato.

“La Cina è in molti modi la più vasta, la più complessa e la più annosa minaccia dal punto di vista del controspionaggio”, ha affermato il direttore del FBI.

Ray si è rifiutato di confrontare la minaccia della Russia e con quella della Cina, come ha chiesto da uno dei senatori.

“La Russia conduce la battaglia di oggi; la Cina la battaglia di domani, dopodomani e di dopodopodomani, e questo riguarda ogni settore della nostra economia, ogni stato e quasi ogni aspetto di ciò che riteniamo caro”, ha spiegato Ray.

In precedenza, il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha detto che la Cina sta tentando di interferire nelle elezioni statunitensi. Il ministero degli esteri cinese, rispondendo alle accuse di Trump, ha affermato che Pechino non interferisce negli affari interni degli altri paesi e non accetta accuse infondate.

via Sputnik