All’inizio di questa settimana, le agenzie hanno informato circa lo schieramento di forze speciali russe con le loro attrezzature militari nei dintorni di Abu Kamal. una città strategica situata nel triangolo di frontiera tra Siria Iraq e Giordania.

Questa località è dove le forze dell’Esercito siriano ed i suoi alleati hannno preso posizione dal momento della liberazione della città di Al Mayadin per evitare la infiltrazione di terroristi dal territorio siriano in Iraq. Pochi giorni più tardi i marines statunitensi sono atterrati ad Hamjn a bordo di sei veicoli militari con 4 camion che trasportavano missili ed equipaggiamenti militari.

Gli analisti militari non escludono una escalation del conflitto militare tra USA e Russia nei paraggi di Al Mayadin, lungo il fiume Eufrate, nella provincia di Deir Ezzor.

La Russia sta accentuando il conflitto con gli Stati Uniti, scrive la rivista Washington Examiner, una rivista digitale che segue da vicino gli ultimi sviluppi sul campo di battaglia in Siria. Secondo questa rivista, le forze russe si sono riunite vicino ad Al Mayadin per presidiare la zona e frenare l’avanzata delle forze statunitensi.

Risulta chiaro che la manovra delle truppe USA è quella di prendere il controllo dei passaggi di frontiera tra l’Iraq e laq Siria nel tentativo di evitare un afflusso di forze iraniane e irachene delle Formazioni Popolari sciite in Siria in appoggio all’Esercito siriano. Da notare che la presenza delle truppe USA in SIria è del tutto arbitraria non avendo nè una autorizzazione dal legittimo governo di Damasco nè tanto meno un mandato dell’ONU.

Il Governo di Damasco considera le truppe USA quali forze di invasione e ne ha chiesto più volte l’allontanamento.

Le forze russe si sono così schierate lungo la frontiera dell’Eufrate che separa la Russia ed i suoi alleati siriani ed iraniani nel nord ed est della Siria e si trovano lungo la strada strategica che collega la Siria con l’Iraq. La città di Al Mayadin si trova posizionata come un punto strategico e come una arteria nella confluenza delle linee di comunicazione sirio-irachene che permettono agli alleati pro-iraniani di Assad di rifornirsi.

Se le forze USA cercheranno di impedire il transito dovranno necessariamente attaccare le forze russe e questo rende la situazione estremamente pericolosa. Il coinvolgimeto diretto della Russia sul terreno della Siria è il fatto nuovo del conflitto che indica la determinazione di Mosca a non permettere alle forze USA di impadronirsi del controllo dei valichi di frontiera tra Siria ed Iraq.

Fonte. Al Manar

Traduzione: Luciano Lago