Di Leith Aboufadel

BEIRUT, LIBANO (13:00) – Il Movimento Houthis (var. Ansarallah Movement) ha annunciato questo pomeriggio che le loro forze yemenite hanno preso di mira l’aeroporto internazionale di Dubai con i loro droni d’attacco.

Secondo la dichiarazione ufficiale del Movimento degli Houthi, con il loro reparto di razzi ha utilizzato un drone di attacco Samad-3 per colpire l’aeroporto internazionale di Dubai.

Il Movimento degli Houthi non ha specificato quale fosse il loro obiettivo primario all’aeroporto, né gli Emirati Arabi Uniti ahnno menzioto alcuna interruzione in questa importante installazione operativa del governo.

In precedenza, il Movimento Houthi ha dichiarato di aver colpito gli aeroporti negli Emirati Arabi Uniti in due diverse occasioni.

Gli Emirati Arabi Uniti hanno negato che nessuna delle bombe Houthis abbia raggiunto i loro obiettivi negli aeroporti.

Bombardamenti nello Yemen

Si aspettano notizie aggiornate su questo nuovo attacco che rappresenta un salto di qualità nelle azioni dei patrioti Yemeniti che resistono all’invasione Saudita.

L’azione del movimento Houthi ha lanciato pochi giorni prima una offensiva che ha fatto nuovamente arretrare le truppe saudite ed i gruppi mercenari che tentavano di prendere il controllo della costa occidentale.  Questi successi sono anche dovuti alla forte matrice di resistenza di queste popolazioni ai piani israeliani e statunitensi che prevedevano un balcanizzazione del Medio Oriente e dei principali paesi emergenti  che vogliono intrattenere rapporti con l’Iran.

Il governo degli Emirati Arabi Uniti nega o minimizza l’esito degli attacchi.

Fonte: Al Masdar News

Traduzione: Alejandro Sanchez

via Controinformazione