Le armi letali, che Kiev riceverà dagli USA, saranno conservate lontano dalle posizioni dell’esercito in Donbass, riferisce il quotidiano Wall Street Journal.

Secondo la pubblicazione, le armi saranno in punti di dislocazione del personale militare americano. Ora la loro base si trova nella parte occidentale dell’Ucraina, ma a lungo termine le posizioni possono essere spostate al centro del paese. Washington teme che le armi possano “cadere nelle mani del nemico”, per cui durante l’addestramento, le armi saranno costantemente sotto controllo USA, aggiunge il giornale.

In precedenza il ministro degli esteri Ucraino Pavlo Klimkin ha affermato che le armi che gli USA forniranno a Kiev, saranno utilizzate “solo in caso di provocazioni”, ma non per l’escalation del conflitto in Donbass. Il dipartimento di stato ha detto che la decisione della fornitura è stata presa “per garantire la sicurezza e l’integrità territoriale” dell’Ucraina.

Mosca ha ripetutamente avvertito che i piani di fornitura di armi all’Ucraina porteranno ad una escalation del conflitto. Contro questa decisione si è schierata  la maggior parte dei politici europei. L’ex ministro degli esteri, oggi presidente della Germania Frank-Walter Steinmeier ha definito la fornitura di armi “molto rischiosa e controproducente ” per uscire dalla crisi.

via Sputnik