Nella giornata di oggi Wikileaks riporta il testo pubblicato il 17 ottobre scorso dal Dipartimento di Stato statunitese dal titolo “Security Message for U.S. Citizens: Travel Warning – Syria” sulla situazione in Siria e c’è un aspetto molto interessante nel testo. Diviene ancora più interessante oggi che i paesi responsabili della distruzione di Iraq, Afghanistan e Libia minacciano un prossimo intervento bellico contro Assad e il suo prossimo e sicuro (sic!) attacco chimico contro Idlib.

Il Dipartimento Usa, nel testo che vi invitiamo a leggere con molta attenzione, ammette senza neanche troppi giri di parole che Idlib sia controllata da al-Qaeda in Siria (Al Nusra) ed altri gruppi terroristici – questa è cosa ormai assodata che sfugge solo a Repubblica e pochi altri – che fanno uso, tra le altre cose, di “armi chimiche”. “Le tattiche di ISIS, Hayat Tahrir al-Sham e altri gruppi estremisti violenti includono l’uso di kamikaze, rapimenti, armi piccole e pesanti, ordigni esplosivi improvvisati e armi chimiche”, riporta il documento firmato Ambasciata Usa a Damasco.

via L’Antidiplomatico