Il secondo cacciatorpediniere americano arriverà nel Mar Mediterraneo tra diversi giorni, riporta il Wall Street Journal citando fonti del Pentagono.

“Gli Stati Uniti hanno già dislocato il cacciatorpediniere lanciamissili USS Donald Cook nella parte orientale del Mar Mediterraneo il quale potrebbe partecipare ad un eventuale attacco contro la Siria. Il secondo, USS Porter, potrebbe arrivare in pochi giorni” scrive il giornale.

Ieri il Washington Examiner, citando una fonte del Pentagono ha scritto che il cacciatorpediniere USS Donald Cook con 60 missili da crociera “Tomahawk” ha lasciato i porti di Cipro e si dirige verso la Siria. Secondo la pubblicazione turca Hurriyet, il cacciatorpediniere è stato sorvolato almeno quattro volte da un aereo militare russo, ma il Pentagono ha negato questa informazione.

In precedenza, il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha accusato la Russia e l’Iran di aver sostenuto il leader siriano Bashar al-Assad nell’aver organizzato l’attacco chimico nella città di Duma, promettendo di prendere una decisione per delle ritorsioni entro due giorni.

Mosca e Damasco hanno smentito le notizie di una bomba al cloro presumibilmente lanciata dall’esercito siriano. Il Ministero degli Esteri russo ha dichiarato che lo scopo di tali informazioni è quello di proteggere i terroristi e giustificare eventuali attacchi dall’esterno.

via Sputnik