Il presidente della Russia, Vladimir Putin, ha affermato che l’attacco perpetrato da Stati Uniti, Francia e Regno Unito contro la Siria aggrava la catastrofe umanitaria nel paese arabo.

 “Con le loro azioni, gli Stati Uniti d’America aggravano la catastrofe umanitaria in Siria colpendo la popolazione civile, e in effetti il consenso ai terroristi che sono stati il tormento del popolo siriano per sette anni”, lamenta il presidente russo, aggiungendo che questo attacco provocherà “una nuova ondata di rifugiati” sia dalla Siria che dalla regione nel suo complesso.

“L’attuale escalation della situazione intorno Siria ha un impatto devastante su tutto il sistema delle relazioni internazionali.

La storia metterà tutto a posto e ha già lo ha fatto con la pesante responsabilità di Washington per i massacri in Jugoslavia, Iraq e Libia”, ha ribadito Putin.

Il Presidente russo ha osservato che questi paesi occidentali, “cinicamente” hanno ignorato il lavoro dell’Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche (OPCW), di intraprendere un’azione militare senza attendere l’esito della prossima inchiesta che era stata fissata per questo 14 aprile.

via L’Antidiplomatico