“Questa deve essere, nella storia della propaganda nel 20 ° e 21 ° secolo, una delle affermazioni più oltraggiose che io possa pensare”, ha dichiarato John Bolton in risposta all’accusa di Mosca che i ribelli anti-Assad di Idlib starebbero preparando un finto attacco con sostanze chimiche ” false flag” al fine di accelerare un attacco degli Stati Uniti a Damasco, secondo un nuovo rapporto del Wall Street Journal . (Secondo Bolton i terroristi sono “galantuomini” che non farebbero mai queste “brutte”azioni).

“Insieme agli Stati Uniti e alla Francia, siamo stati chiari che risponderemo in modo rapido e appropriato se il regime di Assad ripeterà il suo spaventoso uso di armi chimiche”, ha promesso Bolton, facendo eco alle dichiarazioni che il consulente per la sicurezza nazionale aveva iniziato settimane fa durante un viaggio a Gerusalemme.

Stati Uniti, Francia e Regno Unito sono  in colloqui permanenti diretti ad organizzare possibili attacchi sul territorio della Siria.

Il WSJ ha rivelato che la Casa Bianca è ora in trattative dirette con il Regno Unito e la Francia sui piani per un possibile terzo round di bombardamenti coordinati sulla Siria, nel caso in cui l’esercito siriano utilizzi armi chimiche durante l’assalto Idlib.

Dopo un discorso a Washington lunedì, Bolton ha detto ai giornalisti: “Siamo stati in consultazione con gli inglesi e i francesi, che si sono già uniti a noi nel secondo bombardamento, e concordano anche sul fatto che un altro uso di armi chimiche si tradurrà in un più forte risposta.”

La notizia arriva il giorno dopo che Bolton ha indicato, durante un discorso, che gli Stati Uniti e i loro alleati, in Siria, avrebbero risposto con una azione molto “più forte” e più dura contro Damasco.

Inoltre, all’inizio di questa settimana ci sono state segnalazioni che la Germania sta pensando di accettare una richiesta degli Stati Uniti di aderire a potenziali bombardamenti contro la Siria, anche se ci si aspetta che tale mossa diventi troppo politicamente divisoria per la Germania.

Finora è in corso un attacco aereo russo su Idlib, con rapporti internazionali che dicono che circa 70 bombardamenti si sono verificati su Idlib nei giorni scorsi. Le forze filo-governative della Siria si sono radunate attorno alla provincia di Idlib e si dice che contino ben 100.000 effettivi . Se fosse vero, questo sarebbe il più grande raduno delle forze siriane per ogni singola battaglia nel corso dei sette anni di conflitto.

Nel frattempo, le Nazioni Unite hanno avvertito di un imminente disastro umanitario e una riunione del Consiglio di sicurezza dell’ONU presieduta dagli Stati Uniti si terrà martedì mattina, secondo il WSJ .

Lunedì il WSJ ha riferito che funzionari americani senza nome ora sostengono di essere in possesso di informazioni di intelligence che dicono che Assad abbia già dato l’ordine di condurre un attacco di gas cloro in un livello assolutamente senza precedenti di telegraphing “pre-crimine” di eventi sul campo di battaglia .

I funzionari anonimi hanno riferito al WSJ la “nuova intelligence americana” in quella che sembra una ripetizione stranamente familiare di come l’invasione irachena del 2003 sia stata venduta al pubblico americano (vale a dire, “funzionari anonimi” e vaghe assicurazioni di informazioni invisibili) – anche se l’atteggiamento su Idlib si sta ora svolgendo a un ritmo molto più rapido :

I timori di un massacro sono stati alimentati da nuovi servizi segreti statunitensi che indicano che il signor Assad ha aperto la strada affinché i militari usino il gas di cloro in qualsiasi offensiva, hanno detto funzionari statunitensi . Non era chiaro dalle ultime notizie se il signor Assad avesse anche dato il permesso militare di usare il gas di sarin , il micidiale agente nervino usato più volte nei precedenti attacchi di regime nelle zone dei ribelli. È vietato dalla legge internazionale.

Sembra che Washington adesso con questo stia facendo credere che un attacco americano alle forze e alle posizioni del governo siriano sia quasi inevitabile.

Tuttavia, questa volta la posta in gioco è molto più alta in quanto la Russia ha accumulato un numero senza precedenti di navi da guerra nel Mar Mediterraneo lungo la costa siriana, in risposta a precedenti rapporti secondo cui Stati Uniti, Francia e Gran Bretagna potrebbero preparare un attacco.

Vecchia propaganda USA per la guerra in Iraq

Nel frattempo, qualcuno ricorda questa falsa notizia di 15 anni fa? …

(in basso a sinistra come annunciavano le “armi chimiche” di Assad )

Si ripete lo stesso scenario di “fake news” sulla presenza di “armi di distruzione di massa” per giustificare una nuova aggressione.

Fonte: South Front

Traduzione: Sergei Leonov

via Controinformazione