Come riportato ieri dall’organizzazione statunitense di giornalismo investigativo, ‘The Center for Public Integrity‘, il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti, il Pentagono, ha ultimato i preparativi per lanciare un attacco informatico esteso e amplio contro la Russia nel caso rilevasse interferenze da parte di Mosca in vista delle elezioni di medio termine che si terranno negli USA martedì prossimo.

“Le autorità hanno autorizzato gli hacker militari statunitensi ad accedere alle reti russe per effettuare attacchi contro obiettivi importanti”, si legge nell’articolo, nel si indica anche che il piano in questione è su una scala molto più ampia di piani simili con attacchi informatici progettati da Washington negli anni precedenti.

I funzionari statunitensi citati dall’agenzia di giornalismo investigativo, affermano che il summenzionato piano di attacco sarebbe attuato se le autorità statunitensi venissero a individuare “interferenze dirette” russe nelle elezioni americane, tuttavia, riconoscono di non sapere quale livello di interferenza e ingerenza russa farebbe in modo che Washington lanciasse il suo attacco cibernetico.

Allo stesso tempo, altre fonti citate avvertono che il piano molto probabilmente sarebbe rivolto a gran parte delle infrastrutture energetiche della Russia oltre alle reti governative e militari, sebbene non siano disponibili ulteriori dettagli sul piano.

Gli Stati Uniti accusano le autorità russe di presunte interferenze nei processi democratici del paese e in particolare durante le elezioni presidenziali del 2016, ma non presentano prove.

via L’Antidiplomatico